Buon Appetito

Fichi: tra dolce e salato

17/09/2021

I fichi, con la loro polpa granulosa e il loro sapore zuccherino, sono un frutto di stagione amato da tutti. Ne esistono diverse qualità, come quelle verdi o nere, che con la loro bontà e il loro gusto si prestano a tantissime preparazioni sia dolci che salate.

Non ci credete? Provare per credere!

LA STORIA

Originario del Medio Oriente, il fico è una pianta antichissima che, per la sua facilità di riproduzione, pare sia stata una delle prime ad essere coltivata dall’uomo. Molto apprezzato per le sue proprietà e per il gusto gradevole, il fico è sempre stato legato a simboli di abbondanza, fertilità e gioia. Sin dall’antichità, ai fichi vengono attribuiti diverse proprietà terapeutiche, tra cui anche afrodisiache.  In Italia è coltivato almeno a partire dall’VIII secolo a.C. e, in molte regioni, ha avuto una funzione importante per il sostentamento delle famiglie più povere.

La pianta del fico, infatti, si adatta a qualsiasi terreno e non ha bisogno di molta acqua, quindi sopravvive facilmente. I frutti freschi, per le loro proprietà nutritive, fornivano un buon apporto alimentare alla fine della stagione estiva, quelli secchi potevano essere consumati durante l’inverno.

LE PROPRIETÀ

Oggi il fico si trova in tutta l’area mediterranea, dalla Spagna alla Turchia.

In Italia lo si trova soprattutto in Puglia, Campania e Calabria, ma è presente anche nelle altre regioni. Le varietà sono molte, ma la più comune è la “Ficus carica”, dalle molteplici dimensioni e colori, dal giallo al nero. I fichi generalmente vengono raccolti a completa maturazione con tutto il peduncolo, nelle ore più calde e asciutte della giornata. Questi frutti ricchi di zucchero, minerali e vitamine, sono facilmente digeribili, importanti per la nutrizione del bambino e dell’adulto, godono di proprietà lassative e antinfiammatorie.

RICETTE SFIZIOSE

 

Antipasti

La stagione dei fichi è arrivata ed è bene approfittare di questo frutto molto versatile in cucina.

Oltre che preparare la classica confettura, ricetta base, ottima per torte, biscotti, crostate e dolci al cucchiaio, i fichi sono squisiti con abbinamenti salati: cerchiamo di scoprire insieme qualche ricetta appetitosa e originale.

Antipasti

Uno degli accostamenti più conosciuti è quello con il prosciutto crudo, dove dolce e salato s’incontrano in un’armonia di sapori contrapposti: se avete modo di preparare una focaccia con i fichi e il prosciutto otterrete una ricetta perfetta per una merenda salata o un aperitivo con gli amici. Avvolgendo il fico con il prosciutto affettato per lungo, si possono ottenere degli sfiziosi bocconcini, oppure si possono fare delle bruschette con una base di formaggio cremoso e decorarli con il fico tagliato in quattro come un fiore e disposto in mezzo il prosciutto.

L’altro abbinamento classico è con i formaggi. Sui crostini croccanti si può spalmare il gorgonzola, aggiungere un fico a metà e una noce per avere un finger food da leccarsi i baffi. Se vogliamo azzardare qualcosa di più originale, possiamo disporre su una teglia da forno i fichi tagliati a metà, coprirli con fettine di pecorino fresco e cuocerli finché il formaggio non sarà sciolto.

Una volta sfornati, si possono guarnire e decorare con un filo di miele e dei pinoli tostati per dare un ultimo tocco.

 

Primi

Per tutti gli amanti dei primi piatti, si può preparare un delizioso risotto ai fichi.

Iniziando con la base classica del risotto, si possono aggiungere nel momento della mantecatura la polpa di fico e del roquefort: un abbinamento che lascerà tutti a bocca aperta!

Un’altra idea originale per cucinare con i fichi,  sono gli spaghetti con fichi e pancetta: dopo aver fatto rosolare un cipollotto aggiungere la pancetta e i fichi neri spellati e farli cuocere a fuoco lento aggiungendo un po’ di acqua di cottura per renderlo cremoso, con un pizzico di peperoncino gli spaghetti saranno perfetti.

Un altro accostamento è con lo speck: basterà far cuocere lo scalogno o il porro con un po’ di olio e aggiungere i fichi e lo speck a striscioline.

Concludiamo il condimento della pasta con una manciata di formaggio e una spolverata di pepe nero.

 

Secondi

I fichi si accostano bene anche con le carni bianche che possono trovare una nuova veste grazie alla dolcezza di questo frutto. Si può, per esempio, preparare una salsa con aceto balsamico, miele e polpa di fichi da aggiungere alle scaloppine; oppure cuocere dei petti o delle sovraccosce di pollo in una teglia dove prima sono stati cotti i fichi con soffritto di cipollotto, infine si possono gustare degli straccetti di tacchino cotti con polpa di fichi e decorati con glassa di aceto balsamico e lamelle di mandorle.