Buon Raccolto

Il frutto dell’autunno

25/10/2018

L’Italia può vantare un ricco paniere di prodotti DOP e IGP legati alla castanicoltura, tutti da gustare: la castagna di Cuneo, del Monte Amiata, di Montella, di Vallerano ma anche il Marrone del Mugello, della Valle di Susa, di Castel del Rio.

Le castagne sono le protagoniste incontrastate del periodo che va dai primi di ottobre a metà novembre, momento nel quale avviene la raccolta, detta anche castagnatura.

Per trovarle occorre andare nelle zone boschive collinari o montane fino ai 900-1000 metri di altitudine.

Individuarle è abbastanza facile, grazie ai tipici ricci spinosi che, una volta raggiunta la maturazione ottimale, cadono dall’albero caratterizzato da grandi  foglie lunghe circa venti centimetri con i bordi seghettati.

Per raccoglierle si utilizzano bastoni e guanti da lavoro oltre a un abbigliamento adeguato fatto di scarponcini antiscivolo e pantaloni lunghi per evitare insetti indesiderati.

Una volta raccolte e private dei ricci esterni ed effettuata una selezione che eliminerà quelle con guscio opaco e poco compatto o che presentano dei forellini, è opportuno conservarle in ceste di vimini o sacchetti di iuta, evitando la plastica che impedisce loro di respirare.

 

Quando si pensa alle castagne, in termini nutrizionali, si ricollega immediatamente il significativo apporto calorico che le caratterizza. Molti però ignorano le numerose altre proprietà che fanno di questo frutto un vero portento.

Sono infatti ricche di fibre, vitamine (tra cui l’acido folico), sali minerali, potassio, fosforo, sodio e magnesio che le rende particolarmente consigliate in caso di anemia e per alleviare stati di stanchezza psicofisica.

 

I carboidrati complessi, le rendono una valida alternativa per coloro i quali sono intolleranti ai cereali, essendo naturalmente prive di glutine. Se lessate o cotte in brodo, possono diventare delle ottime zuppe o puree in grado di aggiungere gusto ai piatti più semplici.

Senza tralasciare che la farina di castagne che si ricava da esse è un ingrediente ottimale per la preparazione di torte e biscotti.

 

Non resta che approfittare di questo incredibile frutto, comunque lo si preferisca, per dare il giusto sapore alla stagione autunnale.