Senza categoria

La lattuga: non solo insalata

27/04/2022

La lattuga è croccante, fresca, sfiziosa, dai numerosi usi in tavola e dalle mille proprietà benefiche. E’ a tutti gli effetti la verdura per eccellenza che sulla nostra tavola, non dovrebbe mai mancare. Quando la stagione mite inizia a bussare alla porta, è tempo per tutti di dire definitivamente addio alle cene ricche e sostanziose tipiche dell’inverno e iniziare a far spazio a pasti più leggeri e meno impegnativi. La primavera e l’estate, infatti, con il loro tripudio di germogli di verdure salutari, sono le stagioni che maggiormente chiamano in tavola ortaggi e frutta. In questo modo pranzi e cene risulteranno senza dubbio più leggeri e accettabili dal nostro organismo senza rinunciare, tuttavia, al gusto. In questo mix dal colore verde, spicca senza alcun dubbio la regina di insalate e insalatone, colei che riesce a svoltare i nostri spuntini di metà mattina o serali dopo una lunga giornata di lavoro: la lattuga.

Oltre ad essere un ottimo ingrediente non solo per le insalate ma anche per tanti altri piatti sfiziosi, la lattuga presenta al suo interno un ampio insieme di proprietà benefiche per il nostro corpo, positive e rigeneranti. Innanzitutto è bene precisare che la lattuga, appartenente alla famiglia delle Asteracee, è un ortaggio che viene coltivato e raccolto tutto l’anno. Tuttavia, però, il momento migliore per degustarlo è quello relativo alla sua massima produttività e qualità, ovvero la primavera e l’estate. Una volta acquistato non vi resterà che immergerlo in abbondante acqua fresca per una prima, totalizzante, pulizia dopodiché un ottimo modo per conservarlo sarà quello di coprirlo con un panno umido (o con una carta speciale a base di cera d’api) e si conserverà vigoroso dai 3 fino addirittura a 8 giorni.

Tante tipologie diverse di lattuga

Ne esistono parecchie specie, diverse sia nell’aspetto che nel sapore. La Cappuccio, ad esempio, è la più diffusa e si riconosce per il suo cespo di forma rotondeggiante ricoperto da foglie grandi e carnose che crescono ripiegandosi attorno al cuore centrale. La Grossa Socca, invece, è simile ma più piccola e dal sapore più dolce.

Apprezzatissima per la sua croccantezza, la famosa Iceberg o Brasiliana ha un cuore centrale molto sviluppato, foglie ampie ed è caratterizzata dal suo colore verde brillante e dalle sue foglie dal bordo frangiato.

La Lollo si distingue principalmente per il suo colore violaceo, il suo cespo aperto e le sue foglie arricciatissime. Grazie a queste caratteristiche è perfetta per tutti quei piatti che prevedono guarnizioni vistose, come i contorni e gli antipasti.

La Pasqualina è la lattuga piccola e tenera dalle foglie frastagliate rosso-violacee in punta da prediligere durante il periodo primaverile.

La nordica Trentina resiste alle basse temperature rendendola una vera lattuga rustica, resistente e molto croccante, ideale per le insalate più creative e cariche di ingredienti.

La Foglia di Quercia è un’altra grande protagonista tra le lattughe, morbida, la cui foglia carnosa ricorda la silhouette della foglia dell’albero centenario.

La Gentilina, notissima e tra le più amate, si distingue per le sue foglie verdi, di forma frastagliata, a mezza via tra il morbido e il croccante.

Per ultima tra le tante vale la pena citare la particolare e più ricercata Lattuga Asparago. Forse non l’avete mai notata ma questa lattuga particolare, dotata per la maggior parte di gambo, è una vera prelibatezza utilizzata per lo più nella cucina cinese. Le foglie sono tenerissime e vengono consumate crude mentre il gambo, il cui sapore ricorda vagamente la nocciola può essere lessato, grigliato, cotto a vapore o saltato in padella e conservato sotto aceto.

Una fonte inesauribile di benessere

Oltre al suo gusto in grado di soddisfare anche i palati più difficili, la lattuga è un vero e proprio contenitore di vitamine e sostanze vantaggiose per il benessere del nostro organismo. Innanzitutto questo ortaggio è composto per il 95% di acqua e questo lo rende capace di reidratare l’organismo e contrastare la ritenzione idrica, oltre a posizionarlo in cima alla classifica dei cibi più ipocalorici, cioè poveri di calorie, da mettere sulle nostre tavole.

In aggiunta a ciò, la lattuga è una dei principali alleati per il nostro apparato digerente grazie all’alta percentuale di fibre in essa contenute in grado di renderla altamente digeribile. Le foglie sono molto ricche di clorofilla, fondamentale per ripulire il sangue dai radicali liberi, ed è ricchissima di sali minerali come ferro, magnesio e potassio e anche di vitamine importanti come la vitamina A e C, fondamentali per il corretto funzionamento del corpo oltre che indispensabili nel campo degli energizzanti naturali.

Un’altra particolarità è relativa alla sua consigliata assunzione di sera. Non tutti sanno infatti che la lattuga è un vero toccasana per chi soffre di insonnia grazie alla lattucina, una sostanza che possiede un lieve ma assolutamente benefico effetto sedativo, utilissimo per conciliare il sonno.

 

Solo insalate?

Sbagliatissimo è pensare che la lattuga si presti esclusivamente a ricette che la vedono intenta a colmare piatti piani e scodelle ripiene soltanto di insalate. Ovvio, le insalatone sono un must stagionale senza il quale non potremmo vivere senza e si prestano benissimo come base durante i pasti dei mesi temperati. Ma la lattuga nasconde dietro di sé una grande varietà di ricette che la vedono protagonista. Qualsiasi sia la sua tipologia, da degustare in primis cruda ma deliziosa anche cotta, è perfetta per sbizzarrirsi in cucina senza rinunciare alla forma fisica.