La zucca

Buon Ricordo

La zucca, una prelibatezza versatile

21/11/2018

La zucca è uno tra gli ortaggi più conosciuti, consumati ed apprezzati in tutte le culture, ormai da millenni.

Una prelibatezza da consumare e utilizzare in tutte le sue parti: la polpa in mille ricette diverse e i semi, essiccati e salati, ottimi in insalate e come snack, oltre ad essere usati nella medicina naturale ed in cosmesi. Per queste sue straordinarie caratteristiche, essa si è meritata l’appellativo di “maiale dei poveri”, proprio perché anche della zucca “non si butta via niente”.

Le origini della coltivazione della zucca sono remote ed incerte. Si ritiene che il genere “lagenaria” (di forma cilindrica e lunga fino a due metri) sia quello arrivato per primo in Europa dall’India. Forse furono gli Etruschi a coltivarle, oppure ancor prima i navigatori Fenici approdati alle foci dei fiumi italici. Comunque, la zucca era conosciuta dagli antichi Egizi, dagli Arabi e dagli Africani del Niger, anche se si trattava di specie molto diverse tra di loro. Ma è in Messico che abbiamo la testimonianza più antica della presenza di questo ortaggio: qui infatti sono stati ritrovati semi di zucca risalenti al 7000/6000 a. C. Le zucche turchesche, (il genere cucurbita, quelle che sono oggi più diffuse), invece, vennero introdotte in Europa nel XVI secolo, solo dopo la scoperta dell’America.

Le zucche che venivano dal Nuovo Mondo erano molto grandi e succose e da queste sono derivate le specie più diffuse e consumate in Lombardia, Veneto ed Emilia, le regioni dove l’ortaggio si è meglio acclimatato.

In cucina, la zucca è un ingrediente molto versatile: ottima per zuppe, risotti e contorni, si presta anche come ingrediente per i dolci. Naturalmente la zucca regala il meglio di sé nei ripieni di preparazioni come tortelli e cappellacci, senza contare i risotti. È ottima anche nelle torte salate e per impasti di pane e focacce. Può diventare purea e in più, essendo naturalmente dolce, è molto utilizzata per preparazioni dolci come crepes, gelati, torte da credenza a creme, mousse, bavaresi e anche marmellate.

L’angolo salutista

La zucca è dolce, ma non ingrassante; anzi, per il suo scarso valore calorico – 17 calorie ogni 100 grammi – il buon contenuto di fibre e il gratificante potere saziante, è ideale per dimagrire. A patto, naturalmente, che sia consumata senza eccessiva aggiunta di condimenti.