Fave, sardo e salame

Buon Raccolto

Le fave, il legume della primavera

21/04/2021

La bella stagione porta con sé il sole e tanti alimenti buoni e nutrienti da gustare. Tra questi ci sono le fave, il legume della primavera. Principalmente coltivate al Sud ma diffuse in tutta Italia, sono ricche di proteine, ferro, sali minerali e vitamine, soprattutto se consumate crude. Estremamente versatili in cucina, possono essere consumate fresche, essiccate ed anche congelate per preparazioni future. Per scegliere quelle migliori occorre controllare che il baccello non abbia macchie o ammaccature e sia bello croccante.

Insieme alle numerose proprietà sopra elencate, le fave, il legume della primavera, sono naturalmente prive di glutine e contengono una sostanza, la L-dopa, un amminoacido che aiuta a mantenere in salute l’organismo, aumentando la concentrazione di dopamina nel cervello. Grazie al loro elevato contenuto di fibre, le fave sono ideali per regolarizzare il movimento intestinale e favorire la rimozione di scorie e tossine. Hanno inoltre proprietà diuretiche a causa della loro significativa concentrazione di acqua.

Fave e salame: la coppia perfetta

Oltre ad essere più saporite e nutrienti, le fave, il legume della primavera, rappresentano l’abbinamento ideale per i formaggi come il pecorino, e per il salame, come vuole la tradizione delle prime scampagnate all’aria aperta.

Nel Lazio ed in Toscana l’abbinamento fave e pecorino stagionato è d’obbligo, mentre in Liguria si è soliti accompagnare le fave fresche al Primo Sale e al salame di Sant’Olcese, che si caratterizza per una grana grossa e stagionatura limitata.

Qualunque sia il vostro preferito, il salame è un piacere al quale difficilmente riuscirete a rinunciare, meglio se accompagnato alla freschezza delle fave, un ottimo spuntino primaverile e una merenda da portare con sé per una giornata immersi nella natura.

Fave, il legume della primavera: come abbinarle

Le fave, il legume della primavera, sono fresche e croccanti, contengono ferro, magnesio, potassio e forniscono un buon apporto proteico. Pronte da consumare in qualunque momento, ecco alcuni suggerimenti per come abbinarle al meglio:

SARDO FRESCO

A pasta molle, prodotto con latte di pecora dal sapore del latte appena munto. Perfetto da abbinare a verdure e primi piatti per la sua freschezza.

PRIMO SALE

Formaggio fresco di latte vaccino intero a consistenza morbida. Viene subito salato in salamoia ed è pronto al consumo. Il sapore è delicato, caratterizzato dal profumo e dal sapore di latte.

PECORINO SARDO

Il formaggio da tavola per eccellenza, a pasta compatta e dal sapore delicato, è ottenuto da latte di pecora, stagionato minimo due mesi.

CACIOTTINA

Prodotta con latte fresco vaccino di Valtrebbia, è caratterizzata da un sapore dolce e dalla crosta giallo paglierino.

SALAME FELINO IGP

Ottenuto dalla lavorazione di carne fresche di suino, ha consistenza compatta e superficie esterna di colore bianco-grigiastro. Al taglio è rosso rubino con sapore dolce e delicato.

SALAME SANT’OLCESE

Prodotto con carni di bovino, suino, dadi di lardo e asciugato al fuoco di legna e all’aria aperta. Ha grana grossa, gusto delicato e leggermente affumicato con aromi di aglio e vino bianco di Polcevera.

SALAME VARZI DOP

Con grana grossa, ottenuta con un impasto di carne suina magra e grasso proveniente da suini italiani. È tenero e al taglio si presenta rosso vivo con intervalli di grasso. Il sapore è dolce e delicato.

SALAME GOLFETTA

Stagionato in tela di cotone, prodotto con carni selezionate di prosciutto italiano, è leggero e gustoso con una caratteristica forma a pera. Inoltre, è ricco di proteine e ha un ridotto contenuto di grassi rispetto al salame tradizionale.