Buon Raccolto

PROGETTO 100% QUALITÀ E TUTELA DEI TERRITORI!

11/09/2020

“Nel mezzo delle difficoltà nascono le opportunità” Albert Einstein – Ed è proprio da un momento di difficoltà, il mancato rinnovo del contratto nel 2016 per l’acquisto di latte dagli allevatori liguri da parte di una grande azienda industriale, che è nato il progetto Basko 100% Latte Ligure che, da settembre, si arricchisce e si amplia con l’utilizzo del Latte Piemontese e di tanti altri prodotti che da esso ne derivano.

100% QUALITÀ E TUTELA DEI TERRITORI perché, ancora una volta, l’azienda ligure ha colto un’occasione per tutelare le risorse del proprio territorio e valorizzarne le potenzialità.

“Al mancato rinnovo del contratto della nota azienda di Collecchio – ci spiega il Dott. Roberto Erriu, Direttore Acquisti Deperibili del Gruppo Sogegross – Basko ha risposto, fin dal 2016, stringendo un accordo con alcuni caseifici i cui conferenti sono stalle liguri, con determinate caratteristiche, al fine di porre in vendita presso i propri supermercati numerosi prodotti freschi: ricotta, stracchino, tomini, primosale e yogurt.

Un’ampia gamma di prodotti di latte vaccino ma da oggi anche di latte di capra che i consumatori potranno trovare presso tutti i supermercati Basko, frutto di un’attenta e scrupolosa selezione di allevatori, in Liguria e Piemonte, nel rispetto degli alti standard qualitativi che l’Azienda si è posta.

Tutti gli allevamenti coinvolti nel progetto che non siano già oggetto di altri tipi di verifiche considerate efficaci da Basko vengono valutati attraverso un metodo riconosciuto a livello Nazionale ideato dal CReNBA (Centro di Referenza Nazionale per il  Benessere Animale), in grado di assicurare e garantire il rispetto del benessere animale.

“Affidarsi ad un criterio di valutazione oggettivo, imparziale e indipendente vuol dire garantire la qualità del prodotto, la tutela dell’animale e la sostenibilità delle produzioni, in maniera trasparente e indipendente” ci spiega il Dott. Andrea Verme A.D. di Qualitalia, società di consulenza specializzata in sistemi di gestione dell’igiene e sicurezza alimentare.

è al Dott. Verme ed ai sui collaboratori, che Basko (gruppo Sogegross) attraverso la direzione del Dott. Bruno Simonetta, Responsabile dell’ufficio “igiene degli alimenti”, si è affidata per svolgere le attività di audit sul benessere animale, nel rispetto dei criteri di valutazione del CReNBA e coinvolgere nel progetto solo gli allevamenti con i requisiti ad Hoc.

Ma cosa si intende per “tutela del benessere animale”? Le regole per gli allevatori sono numerose e ferree e comprendono: il giusto nutrimento, lo spazio adeguato per muoversi in libertà, la pulizia degli spazi in cui dimora l’animale, le cure sanitarie necessarie.

Ma vi è anche un altro aspetto legato al benessere animale che coinvolge direttamente la salute umana – aggiunge il Dott. Verme – il mancato rispetto di una delle regole sopracitate, fattori di stress legati a condizioni di scarso benessere, possono indurre una predisposizione negli animali alle malattie che determina un aumento di utilizzo di farmaci con possibili ripercussioni sul consumatore finale per il peggioramento della qualità

dei prodotti alimentari, per un rischio maggiore di tossinfezioni alimentari

e per l’aumento della resistenza batterica agli antibiotici.

Fornire agli animali un ambiente sano vuol dire ridurre il ricorso a farmaci con un’ottimizzazione della produzione che crea inevitabilmente un circolo virtuoso economico, pertanto sostenibile nel medio-lungo termine.

Per dare maggiore imparzialità alla valutazione del benessere animale, Basko ha deciso di affidarsi a un team di veterinari formati specificatamente per le valutazioni di benessere animale coordinati dal dott. Verme”, professionisti che utilizzano lo schema del sistema di certificazione del benessere animale del CReNBA, organismo pubblico di riferimento per il benessere animale con sede presso l’Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia ed Emilia Romagna, sezione di Brescia. Il CReNBA ha ideato e adottato un sistema informatizzato per la valutazione del benessere animale e biosicurezza e Basko ha deliberatamente deciso di seguire tali linee guida per caratterizzare la propria offerta commerciale.

Un’ulteriore conferma per i consumatori che Basko investe nella qualità dei propri prodotti e lo fa in maniera verificabile e tangibile.

Perché, indipendentemente da quelli che sono i propri gusti e le proprie preferenze alimentari, sapere che le filiere coinvolte nella produzione degli stessi sono oggetto di verifiche costanti e report con la frequenza e le modalità previste dal disciplinare, per mantenere gli standard richiesti, rappresenta un vero e proprio vantaggio per i consumatori che, ogni giorno diventano più consapevoli delle proprie scelte alimentari.

I COMPITI DEL BUON ALLEVATORE

  1. Rispettare le norme in vigore per la protezioni degli animali negli allevamenti.
  1. Ispezionare tutti i giorni gli animali.
  2. Fornire cibo e acqua regolarmente, in quantità sufficiente e adeguata alle esigenze degli animali e del clima.
  1. Fornire cure sanitarie e un adeguato livello di benessere fisico ed etologico.
  1. Fornire libertà di movimento adeguata alle esigenze dell’animale.
  1. Fornire spazi adatti alle esigenze fisiologiche ed etologiche dell’animale.
  1. Fornire regolare pulizia degli spazi di dimora.

 

IL BENESSERE DAL PUNTO DI VISTA ANIMALE: LE 5 LIBERTÀ

  1. Libertà dalla sete, dalla fame e dalla cattiva nutrizione.
  1. Libertà di avere un ambiente fisico adeguato.
  1. Libertà dal dolore, dalle ferite e dalle malattie.
  1. Libertà di manifestare le caratteristiche comportamentali specie-specifiche normali.
  1. Libertà dalla paura e dal disagio.

 

IL BENESSERE DAL PUNTO DI VISTA DELLA SALUTE UMANA: LA SICUREZZA

Lavorare sul benessere animale migliorandolo non è una scelta solamente etica: nel tempo è in grado di ridurre il rischio di tossinfezioni alimentari e la creazione di ceppi batterici resistenti agli antibiotici, problema importantissimo che potrebbe causare in futuro il ritorno delle malattie batteriche incurabili.

 

Gli Specialisti

 Roberto Erriu – Direttore Acquisti Deperibili Gruppo Sogegross – Basko

Il ruolo e la strategia del compratore di un’azienda come Basko è sicuramente quello di instaurare un patto di fiducia con i suoi consumatori. Il progetto 100% nasce da una situazione critica alla quale siamo riusciti a dare valore e dove realtà molto diverse tra loro riescono a fare squadra. Partiamo  dalle aziende agricole che troppo spesso hanno difficoltà ad accedere a mercati convenzionali per arrivare agli scaffali della grande distribuzione organizzata che dalla sua parte deve rispondere alle sempre crescenti domande di prodotti locali, di qualità e sostenibilità. La volontà è quella di investire su un sistema agro-alimentare del territorio e sulla “filiera corta”, modificando i modelli organizzativi e aggregando piccoli produttori, rendendoli protagonisti di un progetto che da soli farebbero fatica a sostenere.

Il progetto 100%  mette al centro proprio il “Territorio” e le sue “Tradizioni” con l’obiettivo di dare valore a una filiera che troppo spesso si è persa nel business di tutti i giorni. La specializzazione, il radicamento sul territorio e la distintività dell’offerta saranno gli elementi in grado di fare la differenza rispetto a quello che il mercato offre.

 

Bruno Simonetta – Responsabile ufficio “Igiene degli Alimenti” Gruppo Sogegross – Basko

Il marchio 100% Latte Ligure e/o Piemontese associato al claim “qualità e tutela del territorio” coniuga da una parte la garanzia dell’origine della materia prima utilizzata per realizzare il prodotto finito e dall’altra fornisce al cliente (sempre più attento agli aspetti legati alla sostenibilità delle produzioni e al benessere degli animali che vi appartengono) un valore aggiunto le cui regole sono stabilite nel nostro “disciplinare di filiera”.

Non è solo un progetto qualitativo ma, anche, di tipo morale, all’interno del quale piccole realtà produttive operanti su territori molto spesso isolati dai centri a maggiore urbanizzazione trovano nuova linfa commerciale grazie alle collaborazioni che abbiamo messo in atto con i caseifici che hanno sposato questa nostra filosofia.

“Tracciabilità, controllo e benessere” sintetizzano i cardini sui quali abbiamo lavorato per garantire al nostro cliente quel qualcosa di più in cui noi crediamo.

 

Andrea Verme – Medico Veterinario A.D. Qualitalia srl  Società di consulenza specializzata in sistemi di gestione dell’igiene e sicurezza alimentare

Il concetto di “One Health”, Salute Unica, riconosce che la salute degli esseri umani è legata alla salute degli animali e dell’ambiente. Promuove l’applicazione di un approccio multidisciplinare collaborativo per affrontare i rischi potenziali o attivi che hanno origine dall’ interfaccia tra ambiente di vita e lavoro, popolazioni animali ed ecosistemi. In questa ottica di One Health, cioè di Salute Unica, è nato il progetto di benessere animale, qualità e sostenibilità Basko-Sogegross, che si prefigge di migliorare le produzioni zootecniche e gli alimenti derivati attraverso un’attenzione all’ambiente, agli animali e alle persone, perchè avere animali più sani vuol dire anche ridurre l’utilizzo di antibiotici, ridurre la genesi di ceppi batterici resistenti agli antibiotici, diminuirne la diffusione nell’ambiente, ridurre le resistenze indotte e quindi dare la possibilità alle persone affette da gravi malattie batteriche di potersi curare.

 

Giovanni D’Alessandro – Direttore Generale Basko S.p.A.

Siamo particolarmente orgogliosi del progetto che presentiamo in queste pagine e della sua grande crescita negli anni.

Anzitutto perché siamo un’azienda del territorio e dei territori in cui siamo presenti ci interessiamo da sempre, sostenendo le economie locali. Questa affermazione così forte non è uno slogan, non è uno spot, ma è un nostro modo concreto di agire.

Con il Progetto “100% Latte Ligure” – che oggi, proprio per la sua grande validità, è cresciuto e si è ampliato con l’arrivo di molti nuovi prodotti preparati anche con Latte Piemontese – abbiamo effettuato un intervento su di un comparto dell’economia del nostro territorio che era stato abbandonato improvvisamente, lasciando aziende e intere famiglie senza un futuro, senza un reddito. Un altro grande motivo di orgoglio è che questo successo è stato ottenuto attraverso un innalzamento degli standard di qualità, a cui hanno aderito allevatori e caseifici, inserendo momenti di verifica molto stringenti per assicurare la costante presenza di tutti gli elementi attesi dai nostri Clienti.

Fra questi, il benessere animale: aspetto che, come troverete spiegato in queste pagine, è fra le nostre priorità, perché un animale ben trattato sta bene e consente di produrre alimenti sicuramente migliori, più sani e apprezzati sul mercato.

Sono questi i requisiti che consentono di raggiungere gli obiettivi fondamentali del nostro Progetto: Qualità e Tutela del Territorio.

 

ALCUNI DEI NOSTRI ALLEVATORI

Alberto Castagna – Liguria

Alberto ha 42 anni e da oltre 15 si dedica all’allevamento situato nella Valle d’Esola, una frazione di Rezzoaglio. Fin da piccolo ammirava, curioso e impaziente di apprendere tutto, l’attività svolta dai nonni che poi è diventata la sua vita, da quando si sveglia al mattino all’alba fino a tarda sera. è lui infatti che da solo si prende cura dei 52 animali che attualmente compongono l’allevamento, garantendo loro le maggiori attenzioni possibili ed il corretto nutrimento perché possano, a loro volta, fornire un latte dalle eccellenti proprietà nutritive e rendere speciali i prodotti per la produzione dei quali viene utilizzato. Come ci tiene a precisare Alberto, un lavoro che non conosce soste né pause, nessun giorno dell’anno, ma che richiede tanta passione ed un’abnegazione totale a tutto ciò che lo caratterizza.

 

Cristian Navone – Liguria

Cristian è il titolare dell’allevamento situato nella valle di Fontanigorda (820 mt di altezza) che gestisce insieme al fratello ed alla moglie dal ’96, mestiere tramandato dai nonni.

Oltre 100 gli animali attualmente presenti nella struttura tra mucche reggiane e pezzate rosse francesi libere di pascolare negli oltre 30 ettari di verde.  Mucche a cui Cristian, suo fratello e sua moglie si dedicano con passione e amore tutti i giorni dell’anno e che vengono lasciate libere il più a lungo possibile.

La libertà, l’erba dei pascoli verdi, l’aria fresca e il silenzio della natura costituiscono l’habitat perfetto in cui tutti gli animali dovrebbero vivere.

Cristian precisa che, ovviamente, vanno tenute d’occhio le temperature perchè l’ambiente esterno risulti gradevole agli animali.

 

Marcello e Dario Busso – Piemonte

 L’azienda agricola, situata nel comune di Tarantasca, a pochi km dalla provincia di Cuneo, da oltre 60 anni, conferisce quotidianamente latte all’azienda Fiandino, a soli 3 km di distanza, a conferma della produzione a km 0. I fratelli Dario e Marcello, insieme alla mamma, portano avanti una tradizione di famiglia ereditata dal papà, fatta di amore per il territorio e per le risorse che gli appartengono. Attualmente, hanno 350 mucche di cui 120 capi in mungitura, gestiti da due collaboratori di fiducia. Tutti gli animali, provenienti solo dalla regione, vengono alimentati con prodotti della zona e mangime certificato. L’azienda si è dotata di un sistema di aerazione che, attraverso l’utilizzo di ventilatori e nebulizzatori ed aperture ad hoc delle stalle, permette di mantenere una temperatura che rispetti le esigenze delle mucche che soffrono il clima caldo già a partire dai 22°.

 

Lorenzo Cavigliasso – Piemonte

 Lorenzo, agrotecnico, insieme a sua sorella Alessandra, ragioniera, ed al papà Matteo, gestisce e conduce l’azienda agricola cerealicola e zootecnica famigliare, situata a Murello, in provincia di Cuneo, dal 1927.

Una tradizione ereditata dal nonno, di cui Lorenzo porta il nome, improntata alla valorizzazione delle risorse del territorio, nel rispetto dei cicli naturali che lo caratterizzano.

Attualmente sono 320 i capi bestiame presenti nell’azienda, di cui 150 in mungitura. Tutti gli animali vengono alimentati con mangime prodotto dall’azienda con l’aggiunta di una fonte proteica, garantendo loro tutte le cure e le attenzioni di cui necessitano per vivere in un ambiente sano che gli permetta di stare bene e ridurre al minimo il ricorso agli antibiotici creando così un rapporto di fiducia… amicizia al bacio!

 

I CONSIGLI DELLE ESPERTE DALLA LIGURIA

Cristina A.  Basko di Via Barchetta –Genova

Cristina da oltre 20 anni lavora in Basko, da 8 responsabile del banco taglio, nello specifico da due, presso il supermercato di Genova Bolzaneto, in via Barchetta.

Ama il proprio lavoro ed è convinta del fatto che il suo non sia solo un ruolo finalizzato alla vendita di un prodotto ma anche quello di aiutare e guidare i clienti verso la scelta di ciò che è più adatto alle proprie esigenze.

Ed è quello che fa davvero la differenza – ci racconta – un cliente soddisfatto perché ha provato un prodotto nuovo e ne ha apprezzato la qualità, è un cliente che torna e si affida ai tuoi consigli.

Le abbiamo chiesto di raccontarci le caratteristiche di alcuni dei prodotti della linea e ci ha parlato dei Tomini prodotti con latte 100% vaccino con crosta muffettata all’esterno ed una consistenza morbida e cremosa all’interno, perfetti da grigliare.

La Ricotta è bianca e cremosa, buona da mangiare sia al naturale che nelle preparazioni culinarie come torte salate e dolci che, grazie alla piccola quantità di acqua che rilascia in cottura, restano particolarmente morbide. Diventa un dessert last second con aggiunta di zucchero e cannella, suggerisce Cristina. Infine le Uova, di categoria A e da allevamento a terra, disponibili in comode confezioni da 6, essendo freschissime, sono ideali da consumare alla coque o sbattute per una merenda gustosa e nutriente.

 

Ivana R. – Basko di Via Molassana – Genova

Ivana lavora da 28 anni presso i supermercati Basko, da due nel negozio di via Molassana a Genova, dove è responsabile del banco taglio.

Ci ha parlato di alcuni dei prodotti della linea 100% Latte Ligure in assortimento fornendoci alcuni consigli su come consumarli per apprezzarne a pieno le peculiarità.

Per il Primo Sale per esempio, un formaggio fresco e dalla consistenza morbida, perfetto da consumare al naturale, Ivana ha suggerito l’accompagnamento ad insalate e a verdure di stagione.

Lo Stracchino invece creato apposta per i clienti Basko, dalla consistenza particolarmente cremosa, è ideale da consumare con dei crostini integrali o ai 5 cereali che ne esaltano il gusto delicato.

Inoltre ad Ivana piace ricordare a tutti i suoi clienti come lo stracchino sia tra gli ingredienti principali dei famosissimi piatti Liguri: la focaccia al formaggio e la torta di riso.

Infine gli Yogurt che si possono trovare comodamente al banco frigo, nel pratico vasetto singolo da 150 gr, prodotti con latte 100% Ligure, perfetti per la colazione o per una merenda fresca e nutriente all’insegna del gusto e della bontà. Le varianti sono numerose: dai grandi classici alla frutta: fragola, albicocca, frutti di bosco e mirtillo nero ai più golosi: pistacchio, cioccolato e pralinato croccante per terminare con l’irrinunciabile yogurt bianco.

 

I CONSIGLI DELLE ESPERTE DAL PIEMONTE

Agnese G. – Basko di Piazza Montanari – Torino

Agnese da 4 anni è responsabile del banco taglio nel supermercato di piazza Montanari a Torino.

Ama il suo lavoro e lo fa con incredibile passione ed entusiasmo che trasmette a tutti i suoi clienti che non possono fare a meno di chiederle consiglio e ringraziarla per gli ottimi suggerimenti.

Le abbiamo chiesto di parlarci di alcuni dei prodotti della linea 100% Qualità e Tutela del Territorio ed è stato difficile farla smettere.

Ci ha fornito qualche suggerimento su come consumare al meglio le Fettine di Formaggio per esempio, il cui sapore le rende ottime al naturale ma anche per arricchire hamburger o toast per chi ama il formaggio filante; sul Burro dalla consistenza cremosa che si presta sia a preparazioni salate che dolci ma, soprattutto, così com’è sui crostini, per apprezzarne la delicatezza.

La Formaggetta di Latte di Capra ha una consistenza morbida e cremosa, ottima accompagnata a pomodori o con aggiunta di olio, sale e pepe a piacimento. Particolarmente consigliata a chi è intollerante al latte vaccino. Il Formaggio Grattugiato, dal gusto caratteristico dei formaggi da grattugia, è perfetto per i primi piatti e anche comodo per la cottura al gratin ed infine il Latte 100% Ligure e Piemontese di altissima qualità, sano buono e autentico perfetto per ogni occasione sia per grandi che per piccini.

 

Mara T. – Basko del Retail Park Via Marengo – Alessandria

Mara responsabile del banco taglio presso il supermercato Basko di via Marengo ad Alessandria, azienda per cui lavora dal 2003, è impaziente di poter far conoscere ai propri affezionati clienti la qualità dei nuovi prodotti con 100% Latte Piemontese come la Ricotta nel comodo formato da 250 gr consigliata per ripieni e quiche. Ha una consistenza cremosa ed un colore bianco latte, ottima anche al cucchiaio.

Il Formaggino, otto spicchi in pratiche monodosi nella confezione da 140 gr è perfetto per insaporire le minestre dei più piccoli ma anche per farcire panini e sandwich da gustare fuori casa.

Il prodotto caseario per eccellenza, la Mozzarella Fior Di Latte, che i consumatori troveranno in confezione da tre pezzi da 100 gr cad, dal gusto delicato e consistenza morbida, ideale per arricchire le insalate. Buonissima anche solo con un filo d’olio e delle foglie di basilico per assaporare al meglio tutto il gusto del latte 100% Piemontese con il quale sono prodotte. Infine per la punta di formaggio Gran Selezione, in confezione sottovuoto da ca 250 gr,
Mara ci ha ricordato che, oltre alle innumerevoli modalità di consumo, il Gran Selezione è consigliato per lo svezzamento dei più piccoli, grazie al fatto di essere privo di lisozima (la proteina dell’uovo che i bambini non sono ancora in grado di digerire), un’occasione in più per provarne la bontà e condividerla con tutta la famiglia.