ARISTA ARROSTO CON UVA NERA

Secondo

ARISTA ARROSTO CON UVA NERA

  • 240 minuti
  • 6 persone
  • media

Procedimento

Come preparare l'arista arrosto con uva nera. Procuratevi 1 kg di arista disossata e chiedete al macellaio di tagliarvela “a libro”, per avere una cottura da arrosto perfetta. Appiattite ora l’arista con il batticarne, tritate le erbe aromatiche, aggiungetevi il sale e il pepe. Spalmate l’interno dell’arista con il trito, arrotolatela e avvolgete il rotolo con carta da forno. Mettetelo in una teglia che lo contenga in misura e cuocetelo in forno a 90° C per 3 ore (è possibile effettuare la cottura anche il giorno prima). Lavate i grappoli d’uva, asciugateli, staccate gli acini, metteteli pochi alla volta in uno schiacciapatate e premete con delicatezza. Raccogliete il succo in una ciotola: in questo modo eviterete di schiacciare anche i vinaccioli (i semini contenuti nei chicchi) che darebbero al succo un gusto amarognolo. Preparate la salsa al mosto. Scaldate 2 cucchiai d’olio evo in una casseruola, sfumate con il succo d’uva e lasciate ridurre fino a ottenere un liquido di consistenza sciropposa. Filtrate la salsa, completatela con il mosto d’uva, salate e pepate. Unite lo zucchero per esaltare la sapidità della salsa, soprattutto se l’uva non è particolarmente dolce. Al momento di servire togliete il rotolo di arista dalla carta e spalmatelo con l’olio rimasto e il miele. Scaldate una padella, possibilmente di ceramica, e fatelo rosolare bene. Giratelo con 2 palette da tutte le parti, in modo che la superficie diventi dorata e croccante. Tagliate il rotolo con un coltello ben affilato a fette non troppo sottili, disponetele a corona sul piatto di portata, guarnite l’arista all’uva nera e servite con la salsa. Potete accompagnare anche con un’insalata di radicchio, verde o rosso, condita con vinaigrette e capperi sott’aceto.