Misto di broccoli di stagione

Buon Tempo

Verdure di stagione: è tempo di radicchio, bietole, cime di rapa e finocchi

24/01/2023

Siamo nel pieno della stagione più fredda dell’anno e per molte piante questo è il periodo del riposo vegetativo. È questo il periodo ideale per le verdure di stagione come radicchio, bietole, cime di rapa, finocchi. Ma il protagonista assoluto è il cavolo. Quanti tipi ne conoscete? Verza, cavolo cappuccio, in foglia, broccoli e cavolfiore: non c’è che l’imbarazzo della scelta. I benefici di queste verdure sono diversi: fonti di fibre, vitamine e antiossidanti, hanno proprietà antinfiammatorie, antitumorali e antipertensive.

Tutte la bontà delle verdure di stagione

 

VERZE

Tra le prime verdure di stagione troviamo le verze che si presentano con foglie verdi più scure all’esterno, caratterizzate da nervature e increspature evidenti che si racchiudono in una grossa palla.

 

CAVOLO CAPPUCCIO

Tra le verdure di stagione protagoniste del periodo invernale c’è il cavolo cappuccio, che ha una forma sferica, ma le foglie sono lisce e carnose e il colore varia dal verde chiaro al viola. Questa varietà si può consumare sia cotta che cruda. Per delle nutrienti insalate invernali, provatelo con lo speck oppure con le acciughe, con l’aggiunta del dolce delle carote e della frutta secca: otterrete una pietanza dal gusto perfettamente equilibrato. Il cavolo cappuccio cotto può essere la base per delle gustose zuppe. Saltato in padella sarà un contorno originale oppure il ripieno di appetitose torte salate.

 

CAVOLFIORE

Gli amanti del cavolfiore possono sbizzarrirsi scegliendo il colore preferito: bianco, giallo o viola. E se siete amanti del verde potrete optare per quello romano o per i broccoli. Il consiglio, per quanto riguarda il cavolfiore viola, è di consumarlo crudo o gratinato al forno. Quello bianco, sicuramente il più conosciuto, può essere gustato lessato e condito con un po’ di olio crudo, ma per chi non ha problemi di linea può essere tuffato in una leggera pastella e fritto: non saprete più farne a meno!

Il broccolo verde è ideale per preparare dei primi saporiti: mai provato con la salsiccia? Negli ultimi anni ha fatto la sua comparsa anche quello giallo che possiede il 25% in più di vitamina A rispetto a quello bianco, ha un sapore dolce e si presta ad essere usato per la preparazione di sformati e purè. Il cavolo nero, dal gusto amarognolo, è impiegato soprattutto nella cucina toscana, in particolare per realizzare la ribollita. Pur essendo un alimento molto nutriente e versatile, il cavolo non è apprezzato da tutti, il suo gusto amarognolo ne fa una verdura che non si trova spesso in tavola.

BIETOLE

Chi preferisce gusti più dolci, in questo periodo, può scegliere le bietole che si trovano in due varietà: quelle tenere dette anche “erbette” e quelle conosciute come bietole a coste o solo “coste”. Come tutte le verdure a foglia di colore verde scuro, la bietola contiene grandi quantità di vitamina A ed è quindi importante per rafforzare le difese immunitarie.

 

CATALOGNA

Tornando ai gusti amari, tra le verdure di stagione tipiche di questo periodo c’è la catalogna, una varietà di cicoria ricca di calcio, fosforo e vitamina A con proprietà diuretiche e lassative. La preparazione più semplice è lessarla per 15 minuti e condirla con un filo di olio e succo di limone. Se ne avanza un po’, si può ripassare in padella con del burro e una spolverata di parmigiano. Un consiglio: per togliere un po’ del gusto amaro, si può lasciare immersa in acqua fredda per un po’ di tempo prima di lessarla.

 

CIMA DI RAPA

Assai utilizzata in cucina, la cima di rapa è tra le verdure di stagione tipiche di tutta la tradizione meridionale, anche se la ricetta più caratteristica è sicuramente quella pugliese per condire le orecchiette. Sia le foglie che i fiori sono commestibili, ma la parte migliore e più tenera è quella delle cimette. La Puglia è la maggiore produttrice di questo ortaggio tanto che è stato inserito nell’elenco dei prodotti tradizionali regionali.

 

SPINACI

L’ortaggio che conferisce a Braccio di Ferro la forza di superare le intemperie vanta davvero innumerevoli proprietà nutritive. Ricchi di minerali e vitamine, rinforzano il sistema immunitario

e contribuiscono ad aumentare la forza muscolare. Cuociono in pochissimi minuti e possono essere consumati lessi con un filo d’olio o aggiunti alla vellutata preferita. Buonissimi anche all’interno di torte salate per un pieno di vitamine e bontà.